HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Teletrasporto
Componenti del teletrasporto
Sala del teletrasporto
È un volume di spazio ben protetto all'interno del quale avviene il processo di (s)materializzazione. La piattaforma di trasporto è sopraelevata per ridurre il pericolo di scariche elettrostatiche che si possono verificare durante le procedure di trasporto.
Console
Questa postazione di controllo permette all'ufficiale addetto di monitorare e dirigere le operazioni di trasporto; inoltre è possibile bloccare manualmente la sequenza automatica di operazioni in caso di emergenza.
Dispositivo di controllo
Il computer dedicato per queste operazioni si trova all'interno della sala del teletrasporto; controlla ogni operazione del teletrasporto, comprese le sequenze automatiche.
Bobine primarie
Collocate al di sopra della sala del teletrasporto, queste bobine creano il potente ACB (Annular Confinement Beam, Raggio Anulare di Confinamento) che crea una matrice spaziale all'interno della quale avviene il processo di (s)materializzazione. Un secondo campo di forza mantiene il soggetto all'interno dell'ACB; questa è una misura di sicurezza in quanto la distruzione del campo ACB durante le prime fasi di smaterializzazione può provocare il rilascio di notevoli quantità di energia.
Bobine di transizione di fase
Collocate nella base della sala del teletrasporto, questi dispositivi, generando un campo di manipolazione di quark a larga banda, eseguono il processo di (s)materializzazione disaccoppiando parzialmente le energie di legame delle particelle subatomiche. Tutti i trasportatori abilitati al trasporto di personale sono concepiti per operare a risoluzione quantica (necessaria per trasportare con successo una forma di vita). I trasportatori cargo sono generalmente ottimizzati per operare a livello molecolare, ma possono essere riprogrammati per operare a livello quantico. Le bobine di transizione di fase sono utilizzate anche nel replicatore.
Scanner molecolari
Al di sopra di ogni piattaforma si trovano quattro set ridondanti di scanner molecolari di 0,0012µ collocati ad intervalli di 90° intorno all'asse principale della piattaforma. Apposite routine di controllo dell'errore escludono uno scanner nel caso in cui fornisca dati discordanti con gli altri tre. Il guasto di due o più scanner implicano un'interruzione immediata della procedura di teletrasporto. Ogni scanner è spostato di 3,5 secondi di arco dall'asse dell'ACB, consentendo una derivazione in tempo reale dello stato quantico attraverso una serie di compensatori Heisenberg dedicati. I dati degli stati quantici vengono ignorati quando il trasportatore opera in modo cargo.
Pattern buffer
Un dispositivo superconduttore tokamak ritarda la trasmissione del flusso di materia per permettere ai compensatori Doppler di applicare le correzioni necessarie derivanti dalla differenza di velocità tra il luogo di partenza e quello di arrivo. Un unico pattern buffer è condiviso da ogni coppia di trasportatori. I regolamenti della Flotta Stellare impongono che al momento del trasporto sia disponibile almeno un altro pattern buffer di sicurezza. In condizioni di emergenza, un pattern buffer è in grado di ospitare l'intero flusso di materia in sospensione per circa 420 secondi prima che le informazioni registrate inizino a degradare. Unica eccezione a questa regola è rappresentata dal comandante Montgomery Scott che è riuscito a mantenersi per molti anni all'interno del pattern buffer modificando le procedure di autodiagnosi del teletrasporto (Relics).
Biofiltro
Utilizzato generalmente solamente dai trasportatori delle astronavi, questo dispositivo analizza il flusso di materia in arrivo alla ricerca di sequenze corrispondenti a forme di vita batteriologiche e virali pericolose e note. Se vengono individuate queste forme pericolose, il biofiltro le elimina dal flusso di materia. Nel 2266 il teletrasporto non è dotato di biofiltro; la decontaminazione avviene sulla pedana stessa del teletrasporto per irraggiamento di qualche tipo di sostanza o radiazione decontaminante (The Naked Time).
Emettitori
Collocati all'esterno della nave, questi elementi trasmettono i componenti dell'ACB e il flusso di materia da/per le coordinate di destinazione. Gli emettitori comprendono anche tre gruppi ridondanti di scanner molecolari a focalizzazione virtuale a lunga distanza utilizzati durante le procedure di imbarco. Utilizzando le tecniche di inversione di fase, questi emettitori possono essere utilizzati anche per trasmettere personale da/per l'interno della nave.
Scanner per l'analisi della destinazione
Questi dispositivi (dislocati all'esterno della nave) rilevano le caratteristiche del punto di destinazione: coordinate, distanza, moto relativo rispetto alla nave e condizioni ambientali. Le coordinate di destinazione possono essere determinate anche dai dispositivi di navigazione, tattici o di comunicazione. Per i trasporti all'interno della nave, possono essere utilizzati i sensori ambientali della nave stessa. Il personale della nave può essere localizzato attraverso i comunicatori personali.
Pattern enhancer in azionePattern enhancer
Dispositivi portatili utilizzati in condizioni critiche e in qualsiasi circostanza in cui sia necessario amplificare il segnale del teletrasporto. Generalmente, sono sufficienti tre pattern enhancer per circoscrivere la zona interessata dalle operazioni di teletrasporto (i pattern enhancer sono stati utilizzati per la prima volta in Power Play).
Il modulo di teletrasporto contiene un oscillatore di risonanza quantica (Maneuvers).
  • Secondo il principio di indeterminazione di Heisenberg, a livello subatomico è possibile conoscere la posizione o lo stato energetico di una particella, ma non entrambi. Dal momento che alcuni scienziati hanno suggerito che questa caratteristica della materia rende impossibile la realizzazione del teletrasporto, il compensatore di Heisenberg serve proprio a superare questa barriera.
Su questa pagina: Note

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 8.8.2008 alle 6:00.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.