HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Episodio di EnterpriseTerza stagione
Exile Twilight
The Shipment
Numero di produzione59
Sequenza di trasmissione59
Data di prima trasmissione su UPN29.10.2003
Data della prima trasmissione su La 701.05.2005
StoriaChris Black
Brent V. Friedman
RegiaDavid Straiton
MusicaJay Chattaway
Titolo italianoLa kemocite
Titolo brasilianoA Entrega
Data delle ripreseDal 29 agosto al 9 settembre 2003 con una pausa l'1 settembre
Maggiore J. HayesSteven Culp
DegraRandy Oglesby
Gralik DurrJohn Cothran, Jr.
Xindi rettileJohn Eddins
Xindi arboreoJack Alsted
Sam Witwer
Ottobre 2153: Archer, Reed e il Maggiore Hayes si infiltrano in una colonia industriale degli Xindi per raccogliere informazioni sulle armi di distruzione di massa che potrebbero essere utilizzate contro la Terra.
  • Il teaser riassume parte della storia di Exile.
  • Si scopre che il pianeta distrutto scoperto dell'Enterprise alla fine di The Xindi è il pianeta originario degli Xindi, distrutto da una guerra intestina che ne ha provocato l'estinzione della specie avicola.
  • Apprendiamo che solamente una parte degli Xindi vuole distruggere la Terra.
  • Viene detto che la storia si svolge sei o sette settimane dopo The Xindi.
  • Trip e Phlox scoprono che l'arma xindi usa una tecnologia biomeccanica con capacità rigenerative. Il dottore studia un modo per mettere fuori uso l'arma debilitando la sua parte biologica. Virus e batteri falliscono, ma Phlox scopre l'efficacia delle radiazioni Delta, che sono tuttavia dannose anche per gli esseri umani. Dopo alcuni esperimenti, l'arma si è autodistrutta, rendendo impossibili altre indagini.
  • L'equipaggio dell'Enterprise viene a sapere di Degra e del ruolo che svolge nella creazione dell'arma.
  • Vediamo dei piccoli droidi volanti da ricognizione degli Xindi rettili.
  • Phlox considera l'arma xindi «l'esempio più sofisticato di ingegneria biomeccanica». Si è già dimenticato l'incontro con i Borg in Regeneration?
  • È strano che un impianto industriale del tipo visto sul pianeta non disponga di un sistema di rilevamento orbitale o di qualcosa di simile che possa rilevare una nave in avvicinamento. Parimenti, sembra strano che né la struttura industriale né la nave degli Xindi dispongano di sistemi di sicurezza o sistemi anti-intrusione.
  • Quando la nave è inquadrata dall'esterno si vede chiaramente che non si trova dietro la luna.
  • Quando poco dopo l'inizio dell'episodio la squadra entra nel laboratorio dove trovano la kemocite, Reed prende una delle capsule dal contenitore, nella fattispecie la quarta partendo da destra. Quando viene inquadrata di nuovo la scatola, la capsula mancante è la terza.
  • In Cogenitor Tucker dice che il raggio di azione del teletrasporto dell'Enterprise è di circa 20.000 chilometri, ma in questo episodio Archer manda avanti e indietro dal pianeta materiale diretto all'Enterprise nascosta dietro una luna.
  • In occasione della prima trasmissione in Italia, questo episodio è stato trasmesso senza i titoli di coda ed è stato unito a Twilight. Tra i due episodi, oltre la pausa pubblicitaria è stato trasmesso un breve stacco che mostra l'Enterprise mentre entra in curvatura e il logo «Star Trek Enterprise» accompagnati da un jingle tratto dalla sigla di apertura.
Archer: I thought we were here to try and stop a war, not start one.
Phlox: It's the most sophisticated example of bio-mechanical engineering I've ever seen!
Su questa pagina: BlooperCitazioniIn questo episodio...NoteTramaVersione italianaYATI
Link esterni: WikiTrek
Organizzazioni: Xindi
Sezione tecnica: Kemocite

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 16.4.2006 alle 17:56.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.