HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Episodio di EnterpriseTerza stagione
Azati Prime The Forgotten
Damage
Numero di produzione71
Sequenza di trasmissione71
Data di prima trasmissione su UPN21.04.2004
Data della prima trasmissione su (Canal) Jimmy14.11.2005
StoriaPhyllis Strong
RegiaJames L. Conway
MusicaDennis McCarthy
Kevin Kiner
Titolo italianoDanni alla nave
Data delle ripreseDal 13 al 22 gennaio 2004
DegraRandy Oglesby
JannarRick Worthy
Commander DolimScott MacDonald
Capitano illyrianoCasey Biggs
Xindi umanoide membro del consiglioTucker Smallwood
Donna costruttrice della sferaJosette DiCarlo
2154: L'Enterprise ha subito gravi danni dopo un incontro con gli Xindi, ma i terrestri potrebbero trovare un alleato in un vascello illyrano danneggiato dalle anomalie della Distesa delfica incontrato dopo la battaglia con gli Xindi.
  • All'inizio c'è un breve riassunto dei fatti precedenti con scene di Impulse, Harbinger e Azati Prime.
  • L'Enterprise si salva grazie all'intervento del consiglio degli Xindi che ordina di interrompere l'attacco alla nave terrestre. Archer viene restituito al suo equipaggio grazie a Degra e ad alcuni Xindi acquatici.
  • Apprendiamo che, in seguito all'attacco degli Xindi, sono deceduti 14 membri dell'equipaggio.
  • Scopriamo che T'Pol assume regolarmente piccole quantità di trellio-D che le consentono di provare nuove emozioni. T'Pol ritiene che, in piccole dosi, l'esposizione al materiale non sia pericolosa, tuttavia Phlox rileva che la sostanza sta avendo effetti deleteri sul cervello di T'Pol. Inoltre la Vulcaniana pare soffrire di una sorta di crisi d'astinenza dopo l'interruzione del trellio-D. T'Pol smette di assumere la sostanza, ma non c'è certezza che si possa riprendere completamente dagli effetti secondari dell'esposizione.
  • Archer commette un crimine grave decidendo di abbordare la nave illyrana e di rubare la sua bobina di curvatura. Come compenso, Archer lascia agli alieni una scorta di trellio-D e una scorta di cibo; il viaggio verso casa degli Illyrani richiederà tre anni.
  • Questo episodio si svolge molto vicino (probabilmente entro) i confini dello spazio xindi. Sappiamo che gli Illyrani impiegheranno tre anni per tornare a casa, tuttavia gli alieni dicono di non conoscere gli Xindi. Anche ammettendo che gli Illyrani abbiano un propulsore a impulso estremamente efficiente, la distanza dal loro pianeta natale sarebbe poco più di tre anni luce. Per una civiltà dotata di curvatura questa distanza è insignificante quindi è poco credibile che gli Illyrani non conoscano una civiltà piuttosto grande come quella degli Xindi, che vive così vicino.
  • Anziché lasciare viveri per tre anni e trellio-D, Archer non avrebbe fatto meglio a mandare un messaggio subspaziale di soccorso al pianeta degli Illyrani? E gli stessi Illyrani sulla nave, invece di disperarsi non potevano pensare la stessa cosa? Essere dispersi a tre anni luce da casa non è una tragedia per una civiltà dotata di tecnologia warp.
  • Verso la fine del discorso tra il dottore e T'Pol, Phlox le chiede «How do you feel?», che potrebbe essere un riferimento alla scena del test di Star Trek IV.
Reed: I really don't know what's holding us together. But let's hope it doesn't give out. [T:05:11]
T'Pol: How long?
Tucker: A couple of weeks... if we had the parts. We don't. [T:05:25]
Sato: I thought Insectoid was tough!
Mayweather: Almost sounds like music.
Sato: My mother always wanted me to take piano lessons. I should've listened to her. [T:12:02]
Su questa pagina: CitazioniIn questo episodio...NoteTrama
Fenomeni: Distesa Delfica
Link esterni: WikiTrek
Organizzazioni: Xindi

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 17.4.2006 alle 13:04.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.