HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Personaggi - O
Opaka
Leader politico e spirituale.
Per salvare migliaia di bajoriani durante l'Occupazione cardassiana di Bajor è costretta a sacrificare il figlio e altri 42 combattenti della resistenza fornendo le coordinate del loro accampamento ai Cardassiani tramite il loro informatore Bek. Nessuno viene a conoscenza che fu proprio Kai Opaka a fornire tali informazioni perchè Vedek Bareil, che sapeva tutto, si è adoperato a coprire le tracce e a distruggere le prove che la coinvolgevano (The Collaborator).
Nel 2369 Kai Opaka riconosce in Benjamin Sisko l'Emissario dei Profeti che avrebbe salvato il suo popolo (Emissary).
Dopo la scoperta del tunnel spaziale bajoriano partecipa a una missione esplorativa della Flotta Stellare nel quadrante Gamma. Durante la missione il runabout precipita su una luna di classe M e Opaka muore.
I microbi artificiali presenti nell'atmosfera della luna la riportano in vita, ma per continuare a vivere è costretta a rimanere sul pianeta insieme agli Ennis e ai Nol-Ennis. Opaka interpreta quanto le è accaduto come un segno dei Profeti e crede che il loro volere sia che lei rimanga su quel mondo per portare finalmente la pace tra le due fazioni perennemente in guerra fra di loro (Battle Lines).
  • Nel romanzo Unity di Stephani Danelle Perry, che fa parte del ciclo Deep Space Nine relaunch insieme a Avatar, Part I e Avatar, Part II, viene suggerito che il nome di Opaka è Sulan.
Su questa pagina: Note
Interpreti: Camille Saviola
Link esterni: Memory AlphaWikiTrek

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 2.2.2009 alle 5:08.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.