HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Episodio di The Next GenerationPrima stagione
Code of Honor Where No One Has Gone Before
The Last Outpost
Numero di produzione107
Sequenza di trasmissione5
Week Of della prima trasmissione USA19.10.1987
Data della prima trasmissione su Italia Uno08.08.1991
Codice del The Next Generation Companionlo
DVD europeo in cui è presente l'episodio2
VHS britannica dell'episodio3 (PG)
StoriaRichard Krzemien
SceneggiaturaHerbert J. Wright
RegiaRichard Colla
MusicaDennis McCarthy
Titolo italianoL'ultimo avamposto
Titolo spagnoloEl último baluarte
Titolo franceseLe dernier avant- poste
Titolo tedescoDer Wächter (Il guardiano)
Titolo giapponeseNazo no Uchu-seimeitai (Mysterious Space-lifeform)
Titolo brasilianoO Último Guardião
Data delle versioni dello script07.08.1987
PortalDarryl Henriques
DaiMon TaarMike Gomez
LetekArmin Shimerman
MordocJake Dengel
KayronTracey Walter
Data Stellare 41386.4: Tenuti prigionieri in un pianeta sconosciuto del sistema Delphi Ardu, i membri della squadra di sbarco dell'Enterprise e di una nave ferengi devono superare alcune prove imposte da una misteriosa entità.
  • Debuttano i Ferengi in The Next Generation, segnando il primo contatto tra la Federazione e questa specie, anche se il primo incontro tra Ferengi e terrestri è avvenuto nel 1947 a Roswell e successivamente nel 2151 con l'Enterprise NX-01, in entrambi i casi, comunque, i Ferengi non hanno rivelato nulla sul loro conto.
  • Si vede per l'unica volta in The Next Generation la frusta ferengi, l'unica altra volta in cui si vede la frusta è in Acquisition.
  • Sembra che la sala macchine sia completamente priva di un capo ingegnere. Ci sono vari membri dell'equipaggio che vanno avanti e indietro, ma La Forge e Riker discutono tra loro le possibili soluzioni senza interpellare nessuno di più competente, visto che entrambi provengono dalla plancia e appartengono alla sezione comando.
  • In una delle prime versioni della storia, veniva rivelato che anche i Klingon temevano i Ferengi. Per fortuna il pezzo è stato eliminato in quanto qualsiasi Klingon che teme un Ferengi dovrebbe commettere suicidio per disonore.
  • La citazione di Riker «He will triumph who knows when to fight and when not to fight» è da The Art of War di Sun Tzu [T:10:30].
  • Nei titoli di coda Taar è riportato come Tarr.
  • Alcuni agenti ferengi rubano un convertitore dalla stazione automatica di comunicazione su Gamma Tauri IV (G è la settima lettera dell'alfabeto) [T:00:16] e [T:10:15].
  • Quando vengono letti i dati contenuti nella banca dati del computer dell'Enterprise, sulla parte alta della console di Data c'è il numero 40776 [T:11:29], [T:11:32], [T:11:50].
  • Quando Data illustra nella sala riunioni dell'Enterprise la storia dell'Impero Tkon, nella parte inferiore della mappa olografica ci sono delle scritte e dei numeri arancioni, tra cui alcuni 47 [T:18:41] e [T:19:06].
  • Il tempo di ritardo tra l'azione dell'Enterprise e la neutralizzazione da parte della controforza è di 0,372 millisecondi (37 x 2 = 74) [T:08:30].
  • Warp Driven ParrotIn un'inquadratura è possibile notare un «warp-driven parrot», ovvero il disegno di un pappagallo che indossa un'uniforme con tanto di gradi e con due gondole warp; molto probabilmente questo è un riferimento a Gene Roddenberry, soprannominato «The Great Bird of The Galaxy». La stessa schermata con il pappagallo è già apparsa in The Naked Now e riappare in Conspiracy.
  • Sulla console di Data, lo schermo in alto a sinistra riproduce le immagini capovolte. Si nota in particolare a [T:11:26] quando compare il logo della Federazione capovolto.
  • Quando Picard e il DaiMon decidono di cooperare, Deanna afferma che avverte che il DaiMon sta nascondendo qualcosa. Tuttavia in Ménage à Troi Deanna stessa dice che i Betazoidi non sono in grado di leggere la mente dei Ferengi e Data ribadisce il concetto in The Loss [T:24:17].
  • Quando la temperatura si abbassa sull'Enterprise, tutti si stringono gli uni con gli altri, ma nessuno in plancia indossa un abbigliamento pesante.
  • I dati trasmessi dalla sonda mostrano l'Enterprise e la nave ferengi come se fossero sotto al pianeta e mostrassero il lato superiore dello scafo verso la superficie [T:20:07], mentre nelle inquadrature esterne, le navi mostrano un fianco al pianeta, come ad esempio in [T:21:03].
  • Quando Picard ricorda i colori delle bandiere, per l'Italia Data dice che la nostra bandiera è bianca rossa e verde, malgrado il fatto che in originale la sequenza sia corretta [T:07:55].
  • Quando Picard si mette in contatto con la nave ferengi, dice tra sé «Vediamo se riusciamo a mettergli paura», mentre nella versione originale la battuta è «At least we won't begin with weakness» [T:09:59].
  • A [T:26:36] e a [T:42:05] il modo di dire che pronuncia Data «Nothing to write home about» viene tradotta con «Inutile essere su di giri», mentre il significato dell'espressione è «nulla di particolare o speciale».
  • A [T:27:08] Riker chiede a Geordi «Tutto bene, Geordi?» quando lo vede appeso a testa in giù, e Geordi risponde «Sì. Stia tranquillo, comandante». Il dialogo originale è «Are you conscious?» «Do I look conscious?».
  • «Tricorder» viene pronunciato come si scrive [T:27:22].
  • Nella sua prima trasmissione in Italia, questo episodio non è stato trasmesso in Veneto (1).
Riker: Yankee traders, I like the sound of that.
Data: Well, sir, I doubt they wear red, white, and blue, or look anything like Uncle Sam. [T:07:13]
Picard: Merde. [T:11:22]
Su questa pagina: 47BlooperCitazioniIn questo episodio...NoteOkudagramTramaVersione italianaYATI
Specie: FerengiTkon

 
(1) Che l'Ammiraglio dello STIC abbia fatto arrabbiare i responsabili di Italia Uno? NdLR.
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 8.8.2008 alle 7:37.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.