HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Episodio di The Next GenerationSeconda stagione
The Dauphin The Royale
Contagion
Numero di produzione137
Sequenza di trasmissione37
Week Of della prima trasmissione USA20.03.1989
Data della prima trasmissione su Italia Uno07.12.1994
Codice del The Next Generation Companioncg
DVD europeo in cui è presente l'episodio3
VHS britannica dell'episodio19 (U)
StoriaSteve Gerber
Beth Woods
RegiaJoseph L. Scanlan
MusicaDennis McCarthy
Titolo italianoContagio
Titolo franceseContagion
Titolo tedescoDie Iconia Sonden (La sonda iconiana)
Titolo giapponeseUmoreta Bunmei (Buried Civilization)
Titolo brasilianoContágio
Data delle versioni dello script04.01.1989
Dr. Katherine PulaskiDiana Muldaur
Cap. Donald VarleyThalmus Rasulala
Subcommander TarisCarolyn Seymour
Uff. Tattico WilliamsDana Sparks
Miles O'BrienColm Meaney
DottoreFolkert Schmidt
Steven Gerber
Beth Woods
Data Stellare 42609.1: La Yamato si trova in difficoltà all'interno della Zona Neutrale Romulana. Picard risponde alla chiamata di soccorso del suo collega e vecchio amico Donald Varley, ma quando l'Enterprise arriva sul posto è tardi: in pochi minuti la Yamato esplode e il suo Capitano ha appena il tempo di comunicare a Picard che nelle vicinanze, all'interno della Zona Neutrale, esiste il pianeta di una civiltà aliena avanzatissima diventata un mito, Iconia.
  • Picard ordina per la prima volta «Tea, Earl Grey, Hot» [T:15:42]. Nello script il te era Darjeeling, la miscela che viene erroneamente servita a Picard dalla governante di Data in All Good Things...
  • Per la prima volta, sentiamo il nome di una nave romulana, la Haakona.
  • Si sentono per la prima volta in The Next Generation il linguaggio iconiano e quello romulano rispettivamente attraverso la voce del computer su Iconia e la voce del computer della Haakona.
  • La superficie di Iconia è una matte disegnata dal supervisore degli effetti visivi Dan Curry. Il palazzo di controllo iconiano è stato disegnato da Michael Okuda basandosi su due coperchi di filtri per piscina e una parte del bacino orbitale di Star Trek I.
  • Tra le immagini che si vedono attraverso il portale, ci sono il Municipio di Toronto, piazza Nathan Phillip e il simbolo della Paramount.
  • La Forge risolve il problema dei computer in una maniera molto antica: un bel reboot e via!
  • Nelle scene in cui in primo piano si vede la Haakona e in lontananza l'Enterprise, l'alone delle gondole dell'Enterprise è verdognolo invece di azzurro [T:29:00] e [T:37:56].
  • Le coordinate di Iconia sono 227.359 (2 + 2 = 4) [T:13:04].
  • Quando Picard consulta i diari del Capitano Varley della Yamato, in alto a sinistra del monitor c'è la scritta LCARS 40272 (402 + 72 = 474). La scritta si vede in numerose occasioni a partire da [T:09:39] e poi ancora a [T:12:36] sullo schermo principale in plancia.
  • Pulaski dice di aver ricevuto 35 chiamate di emergenza da 12 ponti (35 + 12 = 47) [T:21:42].
  • Riker informa Picard che i sistemi di supporto sui ponti 7 e 13 sono fuori uso (1 + 3 = 4) [T:22:47].
  • Il manufatto iconiano, opera di Rick Sternbach, reca varie scritte che si rifanno ai cartoni animati giapponesi, tra cui «Kei And Yuri», «Dirty Pair», «Gundam» e «Totoro».
  • I nomi dei due scrittori dell'episodio, Steve Gerber e Beth Woods, compaiono come primo e secondo ufficiale del log della Yamato.
  • Quando Picard guarda i diari del Capitano della Yamato, si può chiaramente leggere la data stellare e l'ora in cui i diari sono stati registrati. Se si osserva attentamente l'ora, si vede che, durante la stessa registrazione, quasi ogni volta che il monitor viene inquadrato, essa cambia di molte unità.
  • Picard e Taris si parlano e si comprendono bene evidentemente grazie al traduttore universale, ma non si capisce il motivo per cui il computer continua a segnalare l'allarme dell'autodistruzione in romulano.
  • Questo episodio è stato trasmesso da Italia 1 il 20.03.1993 unito a A Matter of Honor con il titolo I guerrieri dello spazio.
  • Il grado di Taris, Subcommander, è stato tradotto con Vicecomandante.
Picard: China was thought to be a myth until Marco Polo traveled there. [T:14:06]
Riker: Fate protects fools, little children and ships named Enterprise. [T:24:52]
Riker: If it should become necessary to fight, could you arrange to find some rocks to throw at them? [T:25:22]
Picard: The victors invariably write the history to their own advantage. [T:32:31]
  • Quando Picard decide di continuare la missione della Yamato e ordina di addentrarsi nella Zona Neutrale, nell'episodio l'ultima battuta di Picard «Perhaps... prevent one» è differente da quella proposta nello script (in grigio le frasi che compaiono nell'episodio).
                                            PICARD
                            We are going to assume the
                            Yamato's mission.
    
                                            RIKER
                            And risk a war?  
    
                                            PICARD
                            If that's what it takes to get
                            some answers.
  • Dopo che la Haakona distrugge la sonda iconiana che era in procinto di inviarle il virus, nello script era prevista questa scena che non è presente nell'episodio (in grigio le frasi che compaiono nell'episodio).
                                            RIKER
                            They must have tapped into the
                            Yamato log. Taris got a whole
                            lot more than she bargained for.
    
                                            WILLIAMS
                            Commander, sensors indicate the
                            Romulans are attempting to
                            transport a team.
                                    (a beat)
                            They lost them, complete
                            molecular break-up.
    
                                            TROI
                            So the captain is safe for the
                            moment.
    
                                            RIKER
                            Safe from the Romulans.
                                    (rises)
                            Maintain Red Alert, and try to
                            keep those shields up just in case
                            Taris feels she has to act on her
                            threat.
  • Solamente nello script Picard dice una battuta in cui considera la possibilità che alcuni Iconiani potrebbero essersi messi in salvo dal massiccio bombardamento cui è stato soggetto Iconia utilizzando il portale.
                                           PICARD
                            I think the Iconians might have
                            outfoxed their enemies. Perhaps
                            they didn't all die in the
                            bombardment; some may have passed
                            through this.
  • La parte finale dell'episodio è differente da quella prevista nello script. La parte in grigio è quella vista nell'episodio.
                                            RIKER
                            Now, Mister Data, warp speed please
                            -- just in case Taris's engineer
                            is not as efficient as Lieutenant
                            La Forge.
    
                                            DATA'S COM VOICE
                            Yes, sir.
                                    (a beat)
                            Captain, sensors picking up a
                            large explosion on the surface
                            of Iconia. It is equivalent to
                            a force twelve hydrogen explosion.
                            Blast radius is nine hundred
                            kilometers.
    
            Picard and Riker begin walking toward the doors. Data
            continues to burble on over their dialogue:
    
                                            DATA'S COM VOICE
                                    (continuing)
                            The dust particles entering the
                            stratosphere will take an
                            estimated seven months to fall
                            back to the surface. The
                            diminution in sunlight will have
                            the effect of lowering average
                            daily surface temperatures on
                            Iconia by fifteen degrees
                            Celsius.
    
                                            PICARD
                            I see Data's back to normal.
    
                                            RIKER
                            With a little touch of amnesia.
    
            Picard pauses and surveys the lights, glances about the
            Transporter Room.
    
                                            PICARD
                            It seems that everything is back
                            to normal. Well done, Commander.
    
                                            RIKER
                                    (with a grin)
                            Thank you, sir.
    
        The two officers exit as we:
    
                                                                            FADE OUT.
    
                            END OF ACT FIVE                         
    
                                THE END
Su questa pagina: 47BlooperCitazioniIn questo episodio...NoteOkudagramScriptTramaVersione italianaYATI
Episodi: To the Death
Link esterni: WikiTrek
Personaggi: Ramsey
Pianeti: Denius IIIIconia
Specie: IconianiRomulani
Zone dello spazio: Zona Neutrale Romulana

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 22.8.2006 alle 14:11.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.