HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
The Next Generation
Curiosità di The Next Generation
  • La maggior parte dei pannelli elettronici della nave è costituita da pellicole trasparenti disegnate da Michael Okuda e Cari Thomas utilizzando sia Adobe Illustrator sia tecniche più convenzionali come i pennini a china. Questi film trasparenti sono stati poi montati su plexiglass e retroilluminati. Quando un pannello deve essere ripreso da vicino, Michael Okuda crea un'animazione su uno dei suoi Macintosh II utilizzando Micromind Director, Pixel Paint della Supermac e Swivel 3D della Paracomp. Il risultato è visualizzato con una scheda RasterOps e la sezione degli effetti visuali si prende cura di montare le immagini con tecniche digitali durante la postproduzione. Le scritte sui pannelli, per lo più illeggibili nella versione televisiva, prendono il nome di okudagram.
  • Uno dei più eclatanti esempi di un gran riconoscimento per un minimo lavoro nella storia della televisione è probabilmente il credit «Special Visual Effects - Industrial Light and Magic (ILM) a division of Lucasfilm Ltd.» che appare alla fine di ogni episodio. La ILM non ha prodotto una singola scena per The Next Generation, con l'eccezione del pilot.
  • La prima stagione della serie è stata un salto nel buio dal punto di vista degli investimenti: con un costo complessivo di 30 milioni di dollari, gli introiti delle pubblicità trasmesse sono stati di 18 milioni di dollari e 6,5 milioni di dollari sono entrati dalla prevendita dei diritti internazionali, lasciando alla fine della stagione un rosso di almeno 7 milioni di dollari, che sarebbe rimasto tale se la serie non avesse avuto successo.
  • L'inizio della seconda stagione è stato ritardato al novembre 1988 per uno sciopero degli scrittori che è durato dal 7 marzo 1988 al 7 agosto 1988; terminato lo sciopero, la produzione ha risparmiato tempo riciclando ed adattando due script proposti per Star Trek Phase II.
  • Uno dei 10 slot di 30 secondi previsti durante la première degli episodi della quinta stagione (fine 1991) costava 200.000 dollari.
  • Denise Crosby era stata chiamata all'inizio per interpretare il ruolo di Deanna Troi e Marina Sirtis era stata chiamata per interpretare Tasha Yar; all'ultimo momento Gene Roddenberry ha deciso di invertire i ruoli.
  • Ogni episodio è ripreso con macchine da ripresa cinematografica a 35 mm Panavision con lenti da 24 mm, il film viene poi trasferito su nastro magnetico e viene effettuata la postproduzione.
  • I personaggi di Riker e Troi sono basati su Decker e Ilia apparsi in Star Trek I.
  • Nella sigla di testa, in un'inquadratura dell'Enterprise, si vede qualcuno che cammina dietro una finestra. Secondo Michael Okuda, si tratta del Capitano Picard.
  • Il modello originale di 2,5 metri dell'Enterprise è stato utilizzato solamente nelle prime due stagioni. Per la terza stagione e le successive, Greg Jein ha costruito un modello lungo la metà, più facile da muovere e più dettagliato. Il modello originale è stato utilizzato in seguito solamente per le scene molto ravvicinate e per le scene della separazione delle due sezioni.
  • Il ruolo di Geordi La Forge era originariamente assegnato a Sidney Poitier, che ha dovuto rinunciare per la concomitanza di altri impegni.
  • Il nome della zia Adele di Picard (menzionata in Ensign Ro, Cause and Effect e Schisms) deriva dal nome dell'assistente alla regia Adele Simmonds.
  • In nessuno degli episodi della serie si vedono delle tute spaziali della Flotta Stellare.
  • In un'intervista ad America Online, chiestogli se gli mancava l'Enterprise, Frakes ha risposto: «I enjoyed the old Enterprise. I wish we had never given the keys to Marina Sirtis».
  • Il pesce leone australiano (Pterois Radiata) che vive nell'acquario della ready room di Picard è stato battezzato Livingston dal team della produzione in onore del produttore e regista David Livingston.
  • Gene Roddenberry era contrario all'idea, suggerita da Robert Justman, di mettere un Klingon sul ponte.
  • Durante la terza stagione, le comparse dell'equipaggio dell'Enterprise indossano le vecchie uniformi delle prime due stagioni. Tutti gli attori che hanno anche una piccola parte nei dialoghi (per esempio il Tenente Aster in The Bonding) indossano la divisa regolamentare.
Link esterni: WikiTrek

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 17.5.2006 alle 19:00.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.