HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Episodio della Serie ClassicaSeconda stagione
Amok Time The Changeling
Who Mourns for Adonais?
Numero di produzione33
Sequenza di trasmissione31
Data della prima trasmissione su NBC22.09.1967
Data della prima trasmissione su Telemontecarlo05.06.1979
Sequenza di trasmissione su Rete Quattro6
DVD europeo in cui è presente l'episodio17 (PG)
StoriaGilbert A. Ralston
RegiaMarc Daniels
MusicaFred Steiner
Titolo nella collana La pista delle stelleAspettando l'uomo (7) 12.1978
Titolo italianoDominati da Apollo
Titolo spagnolo¿Quien llora por Adonis?
Titolo francesePauvre Apollon
Titolo tedescoDer Tempel des Apoll
Titolo giapponeseKami tono Taiketsu (Confrontation Against God)
Titolo brasilianoLamento por Adônis
Data delle ripreseTra la fine di maggio e l'inizio di giugno 1967
ApolloMichael Forest
Ten. Carolyn PalamasLeslie Parrish
Ten. KyleJohn Winston
Controfigura di James DoohanJay Jones
Data Stellare 3468.1: Orbitando attorno a Pollux IV, l'Enterprise viene bloccata da una gigantesca mano di energia. Apollo, ultimo sopravvissuto di una razza di alieni che venne sulla Terra secoli addietro, creando la mitologia greca, chiede una sola cosa all'equipaggio: l'adorazione. L'alternativa è la distruzione.
  • In una delle prima versioni della storia, l'episodio si concludeva con una scena in cui McCoy scopriva che Palamas era incita di un figlio di Apollo.
  • Il titolo deriva dalla poesia Adonais (47-48) scritta da Shelley come elegia per la morte di John Keats:
    «Who mourns for Adonais? oh come forth
    Fond wretch! and know thyself and him aright
    He is gathered to the kings of thought
    Who waged contention with their time's decay,
    And of the past are all that cannot pass away.»
  • Apollo (figlio di Zeus e Latona) è il dio greco della caccia con l'arco, delle profezie, della musica, della medicina e del sole.
Palamas: A father doesn't destroy his children.
Spock: Insults are effective only where emotion is present.
Apollo: Earth... mother of the most beautiful women in the universe.
Kirk: We're the same. We share the same history, the same heritage, the same lives. We're tied together beyond any untying. Man or woman, it makes no difference. We're human. We couldn't escape from each other even if we wanted to... that's how you do it, Lieutenant! By remembering who and what you are! A bit of flesh and blood afloat in a universe without end. And the only thing that's truly yours is the rest of humanity. That's where your duty lies!
Kirk: We've come a long way in five thousand years.
Apollo: But you're still of the same nature.
Su questa pagina: CitazioniNoteTrama
Basi stellari: Base stellare 12
Link esterni: IMDbWikiTrek
Pianeti: Pollux IV
Romanzi: Star Trek 7

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 23.4.2006 alle 16:50.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.