HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Episodio di VoyagerSeconda stagione
Meld Death Wish
Dreadnought
Numero di produzione134
Sequenza di trasmissione33
Data di prima trasmissione su UPN12.02.1996
Data della prima trasmissione sulla RAI19.08.1999
VHS britannica dell'episodio2.7 (PG)
StoriaGary Holland
RegiaLeVar Burton
MusicaDavid Bell
Titolo italianoArma letale
Titolo franceseFléau
Titolo tedescoDer Flugkörper
Titolo giapponeseWakusei-hakai Missile (Planet Destruct Missile)
Titolo brasilianoMíssil
Ten. J.G. Michael JonasRaphael Sbarge
Guardiamarina Samantha WildmanNancy Hower
LorrumMichael Spound
KellanDan Kern
Voce del computerMajel Barrett-Roddenberry
Voce del computer del DreadnoughtRoxann Dawson
Data Stellare 49447.0: La Voyager intercetta un missile autoguidato di origine cardassiana con una testata incredibilmente distruttiva che si sta dirigendo verso Rakosa V, un pianeta con milioni di abitanti. Torres riferisce di essere parzialmente responsabile del fatto che il missile è virtualmente inarrestabile: quando era una Maquis lo intercettò e ne cambiò la programmazione per assalire i Cardassiani, ma il piano fallì ed ora lei è la sola speranza per poterlo fermare. Torres viene trasportata all'interno del missile per cambiarne nuovamente la programmazione, ma prima che possa far detonare la testata, i computer di bordo tentano di distruggere lei.
  • Iniziano i comportamenti indisciplinati di Paris.
  • Apprendiamo che il marito di Samantha Wildman si chiama Geskrendgrekt [T:00:11].
  • Apprendiamo che lo zio di Kes si chiamava Elram [T:01:08].
  • La trama dell'episodio ha molti punti in contatto ed è probabilmente un tributo a Dark Star di John Carpenter, con i suoi sconclusionati dialoghi fra le «bombe intelligenti» e gli astronauti, che finiscono per dissertare di Dio e filosofia nel tentativo di convincere una bomba a non detonare, facendo esplodere con sé anche gli astronauti.
  • Dreadnought è il termine inglese che si usa per indicare una nave militare pesantemente corazzata, specificamente una corazzata veloce, armata di cannoni di grosso calibro. Letteralmente significa «non c'è niente che le fa paura».
  • 47 solitarioMentre il Dreadnought sta attaccando la Voyager, Kim dice che gli scudi sono calati al 40% e immediatamente Tuvok annuncia che i ponti 3 e 4 sono stati danneggiati (3 + 4).
  • Il nome che dichiara il computer del missile è ATR4017.
  • Il Dreadnought informa B'Elanna che l'ultimo accesso al sistema è stato in data stellare 47582 (che è anche plausibile, essendo il periodo della settima stagione di The Next Generation, in cui sono nati i Maquis); in seguito aggiunge che la data attuale è 49447 [T:15:08].
  • Durante la seconda visita al Dreadnought, B'Elanna osserva le letture del database del siluro. Nella colonna centrale di numeri, tutti di sei o sette cifre, c'è un 47 solitario (vedi immagine a lato) [T:32:37].
  • Conteggio astronaviTenendo per buona l'incongruenza del fatto che gli Ocampa possono avere un solo figlio detta in Elogium, all'inizio dell'episodio Kes dice di avere avuto uno zio che si chiamava Elram. Uno zio è il fratello di uno dei genitori, quindi, a meno di un parto gemellare oppure un'adozione, non è possibile che il padre o la madre possano avere avuto un fratello.
  • Quando il Dreadnought dice di aver rilevato 15 vascelli nemici in avvicinamento, in realtà sul monitor se ne vedono 16 (vedi immagine a lato). L'obiezione potrebbe essere che la sedicesima nave rilevata sia la Voyager, ma allora non si spiega la disposizione dei puntini. Se il punto blu fosse la Voyager, allora i puntini relativi alla flotta in arrivo sono 16 anziché 15. Se il punto blu fosse il pianeta, allora la disposizione sarebbe sbagliata, perchè le navi dovrebbero avere una posizione tra il pianeta e il Dreadnought. Nell'inquadratura esterna al missile, inoltre, di navi se ne contano 15 [T:27:42].
  • B'Elanna utilizza il phaser per rompere il campo di contenimento e far saltare il Dreadnought. Strano che il missile non l'abbia disabilitato quando ha assunto che lei lavorasse per la Federazione e i Cardassiani. [T:39:00].
  • Nei dialoghi lo zio di Kes diventa Ulgram, anche se nei sottotitoli resta Elram.
Paris: When a bomb starts talking about itself in third person, I get worried. [T:20:36]
Computer con voce cardassiana: Cardassian ATR4017. Attempting to activate systems.
Torres: I never thought I'd be glad to hear that voice again.
Computer con voce maquis: Voice analyzer functioning. Unable to identify.
Computer con voce cardassiana: Attempting to activate systems.
Computer con voce maquis: No additional presence detected.
Torres: Check those diagnostics, Dreadnought. You're talking to yourself. I believe you're having an identity crisis. [T:36:41]
Janeway: Janeway to Torres, are you...
Dottore: She's here in Sick Bay, Captain. Please turn to your Emergency Medical Holographic Channel.
Janeway: Doctor, I forgot about you.
Dottore: How flattering. [T:42:23]
Su questa pagina: 47CitazioniIn questo episodio...NoteTramaVersione italianaYATI
Link esterni: WikiTrek

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 5.4.2009 alle 13:13.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.