HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Episodio di VoyagerQuarta stagione
Demon Hope and Fear
One
Numero di produzione193
Sequenza di trasmissione93
Data di prima trasmissione su UPN13.05.1998
Data della prima trasmissione sulla RAI27.10.2000
VHS britannica dell'episodio4.13 (PG)
StoriaJeri Taylor
RegiaKenneth Biller
Titolo italianoSola
Titolo tedescoEine
Titolo brasilianoUm
Trajis Lo-TarikWade Andrew Williams
BorgRon Ostrow
Voce del computerMajel Barrett-Roddenberry
Data Stellare 51929.3: Quando la Voyager è costretta ad attraversare una mutara nebula caratterizzata da emissioni nucleoniche altamente tossiche, l'intero equipaggio viene posto in stasi per un mese intero, con l'eccezione del Dottore e di Sette di Nove, che reagisce molto male alla solitudine.
  • Sette di Nove chiede il supplemento nutrizionale 1037 (10 + 37 = 47) e anche il supplemento nutrizionale 14 beta 7.
  • Sette di Nove chiede al computer di correggere la rotta di .347 gradi.
  • Sette vede il Dottore 4 volte al giorno.
  • Dopo il primo falso allarme in sala macchine, Sette e il Dottore controllano lo stato dei gel pack sul monitor VESSEL SCHEMATIC 4747.
  • Quando Sette di Nove sviene per la mancanza del supporto vitale, alla sinistra del pannello PRIMARY ACCESS alle sue spalle, c'è il numero giallo 047.
  • Quando Sette di Nove ordina un diagnostico di livello 4 dei processori di comando, il computer dice che c'è un'anomalia quantica nel 33% dei relais delle gelatine bioneurali. Sette, allora, ordina di riconfigurare i relais funzionali tramite subprocessore T-14 (33 + 14 = 47).
  • Durante il falso allarme, il Dottore dice che ci sono fratture nei condotti del plasma sui ponti 7 e 13 (1 + 3 = 4).
  • Quando è all'interno della nebula, benché nelle riprese esterne della nave ci sia uno sfondo nebuloso violaceo, dalle finestre della Voyager si continuano a vedere le stelle sullo sfondo nero.
  • Riguardo alla nebulosa, ci sono alcuni dati contrastanti:
    • Come si vede dall'animazione del laboratorio astrometrico, la nebulosa ha una forma a salsiccia e viene detto che ha un'estensione di 110 anni luce, e, quindi, aggirarla avrebbe richiesto un anno di viaggio.
    • Secondo le tabelle di velocità warp, per attraversare 20 anni luce a warp 7 ci si impiegano 11 giorni, quindi 11 * 5,5 = 60,5 giorni per percorrere 110 anni luce necessari per aggirare la nebulosa. Se si viaggia a warp 8, il tempo scende addirittura a 38,5 giorni.
    • Vista la forma della nebula, invece di pensare di aggirarla lateralmente, sarebbe stato possibile passare sopra oppure sotto.
    • Durante l'episodio, sebbene si veda il motore a curvatura in funzione, le riprese in esterno mostrano sempre la Voyager viaggiare ad impulso, come è giusto che sia. In Star Trek II abbiamo imparato che all'interno di una nebulosa di classe Mutara vengono resi inutilizzabili gran parte dei sistemi di bordo e non è, quindi, possibile viaggiare a velocità di curvatura. Viaggiando per un mese a pieno impulso la Voyager riesce ad attraversare la nebula, che ha quindi un diametro di circa 0,25 mesi-luce. Considerata questa dimensione, era quindi possibilissimo passare sopra oppure sotto.
Dottore: Seven... are you... frightened?
Sette di Nove: I am Borg.
Su questa pagina: 47BlooperCitazioniTramaYATI
Holodeck: Socialization

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 5.8.2006 alle 4:34.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.