HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Episodio di VoyagerQuinta stagione
Dark Frontier - Part I The Disease
Dark Frontier - Part II
Numero di produzione212
Sequenza di trasmissione110
Data di prima trasmissione su UPN17.02.1999
Data della prima trasmissione su (Canal) Jimmy13.10.2003
VHS britannica dell'episodio5.8 (PG)
StoriaBrannon Braga
Joe Menosky
RegiaTerry Windell
MusicaDavid Bell
Titolo italianoFrontiera oscura - Parte II
Titolo tedescoDas ungewisse Dunkel - Teil 2
Titolo brasilianoFronteira Negra, Parte II
Magnus HansenKirk Baily
Erin HansenLaura Stepp
Naomi WildmanScarlett Pomers
Annika HansenKatelin Petersen
Regina BorgSusanna Thompson
AlienoEric Cadora
Voce del computerMajel Barrett-Roddenberry
Data Stellare 52619.2: Sette di Nove, dopo aver deciso di restare a bordo della nave Borg, non viene subito riassimilata, ma viene accolta dalla Regina Borg, che intreccia un curioso dialogo, durante il quale le due si attaccano con sottile livore e sarcasmo. I Borg vogliono che Sette li aiuti ad ottenere l'esperienza dell'individualità da inglobare nel Collettivo, che potrebbe essere sfruttata per assimilare la Federazione. Sulla Voyager tutti sentono la mancanza di Sette, compresa la piccola Naomi Wildman, che sembra essersi molto affezionata all'ex Borg. Un'analisi approfondita dei sensori rivela le tracce di comunicazione con cui i Borg hanno contattato Sette nei giorni precedenti ed è la traccia che Janeway cerca per continuare a sperare di ritrovarla. B'Elanna installa il nucleo di transcurvatura sul Delta Flyer e una squadra composta dal Capitano, il Dottore, Tuvok e Paris parte alla ricerca di Sette, giungendo nel cuore dello spazio Borg. La Regina, intanto, continua la conversazione con Sette di Nove, rivelandole i suoi piani e coinvolgendola in una missione di assimilazione di una specie per lavar via le spoglie di sentimenti e di umanità che ha accumulato nel tempo trascorso sulla Voyager. Ormai specializzata nel doppio gioco, Sette finge di obbedire agli ordini e riesce a far fuggire un gruppo di prigionieri su uno dei vascelli catturati. Gesto disperato e puramente simbolico, ma indice della resistenza che Sette oppone alla natura collettivistica alla quale non vuol tornare: Annika Hansen è ormai riemersa. Nel frattempo, il Delta Flyer identifica la sfera su cui si trova Sette e, benché sia protetta da un dispositivo di occultamento, si avvicina per contattarla; l'opzione di un teletrasporto a lungo raggio per salvare Sette è impraticabile, quindi Janeway e Tuvok decidono di salire a bordo del vascello. La navetta con Paris e il Dottore viene intercettata dai Borg e riesce a sostenere il fuoco nemico; nel frattempo Janeway arriva nel cuore del vascello Borg e si trova finalmente faccia a faccia con la Regina. Janeway tiene sotto tiro la regina e i droni, ma i Borg hanno avuto sufficiente tempo per adattarsi alle armi del Delta Flyer e, dopo aver ripristinato gli scudi, sembrano avere la meglio. Una ridda di emozioni pervade Sette, che si interfaccia con una console e tenta di disattivare gli scudi e le armi della sfera e riesce a percepire un punto debole della struttura, contro il quale Janeway apre il fuoco; finalmente gli scudi si abbassano e loro possono essere teletrasportati fuori dalla nave Borg. L'inseguimento in un condotto di transcurvatura si conclude con una salva di siluri sparati dalla Voyager che chiudono il condotto e consentono al Delta Flyer di rientrare in sicurezza. L'apparecchiatura transwarp consente all'equipaggio della Voyager di compiere un balzo in avanti di 20.000 anni luce, equivalenti a 15 anni di viaggio.
  • Apprendiamo che i Borg hanno classificato gli Umani come specie 5618.
  • Scopriamo dalla Regina Borg che Sette di Nove non è stata rapita dall'equipaggio della Voyager, ma piuttosto è stata lasciata a loro dai Borg. Lo scopo di questa azione era di far riacquisire a Sette di Nove la sua umanità e poi di ricollegarla alla collettività per farsi aiutare ad assimilare gli Umani, specie che si è fortemente opposta alla conquista.
  • Si vede una nuova nave dei Borg formata da due piramidi sovrapposte collegate per la base quadrata.
  • Il Delta Flyer viene attrezzato con uno scudo multiadattivo inventato dal padre di Annika e con la bobina di transcurvatura rubata ai Borg.
  • Vediamo il drone borg nato dall'assimilazione di Magnus Hansen.
  • Apprendiamo che i Borg stanno progettando di usare un'arma metagenica nell'atmosfera della Terra che dovrebbe disperdere un virus che, una volta entrato nell'organismo umano, agirebbe come una nanosonda, assimilando l'intera popolazione terrestre contaminata.
  • La designazione Borg della specie umana è 5618 (56 + 18 = 74).
  • Janeway chiede al computer di isolare le letture dei sensori all'indice temporale 114.6 (146 + 1 = 147) e all'indice temporale 166.2 (1 + 6 = 7 e 6 - 2 = 4).
  • Su una consolle della Raven compare una colonna di numeri, due dei quali, uno di seguito all'altro, sono 30 e 44 (30 + 44 = 74).
  • Gli Hansen rapiscono un Borg, lo portano sulla Raven, lo analizzano e lo riportano sul cubo poco prima che il suo ciclo rigenerativo finisca: i Borg non si accorgono di niente. Possibile che un cubo borg non abbia nessun meccanismo di controllo dei droni a bordo?
  • La Regina Borg dice a Sette «You are the only Borg that has ever returned to a state of individuality». Apparentemente si è dimenticata di Locutus (The Best of Both Worlds), Hugh (I, Borg) e un intero equipaggio di un cubo che si stacca dal collettivo per poi cadere sotto l'influsso di Lore (Descent).
  • Questo episodio è andato in onda la prima volta su Jimmy senza il riassunto della puntata precedente, senza i titoli di testa e senza il titolo, né inglese né italiano. Dal momento che i titoli di testa della prima parte dell'episodio trasmessa la settimana precedente riportavano i credit per entrambe le parti, evidentemente Jimmy ha usato la versione intera dell'episodio e l'ha semplicemente tagliata.
  • Emmy 1999 nella categoria «Outstanding Special Visual Effects for a Series» (visual effects producer/supervisor Dan Curry, visual effects supervisors Ronald B. Moore, Mitch Suskin, visual effects coordinators Elizabeth Castro, Arthur J. Codron, visual effects compositors Paul Hill, Don Greenberg, visual effects artist Greg Rainoff, CGI supervisors Rob Bonchune, Adam 'Mojo' Lebowitz, CGI animator John Teska).
  • Nomination nel 2000 agli Hollywood Makeup Artist and Hair Stylist Guild Awards nella categoria «Best Special Effects Makeup - Television (For a Single Episode of a Regular Series - Sitcom, Drama or Daytime)».
Regina Borg: You've changed. Your exoplating, your ocular implant. They've taken you apart. And then recreated you a narrow image. Hair, garments, but at the core, you're still mine.
Sette di Nove: The Borg changed as well. I expected reassimilation, not conversation.
Su questa pagina: 47CitazioniIn questo episodio...PremiTramaVersione italianaYATI
Astronavi: Delta Flyer
Link esterni: WikiTrek
Organizzazioni: Borg
Specie: 10026125Ktariani

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 18.1.2009 alle 7:33.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.