HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Episodio di VoyagerSesta stagione
Fair Haven Virtuoso
Blink of an Eye
Numero di produzione233
Sequenza di trasmissione132
Data di prima trasmissione su UPN19.01.2000
Data della prima trasmissione su (Canal) Jimmy15.03.2004
VHS britannica dell'episodio6.6 (U)
StoriaJoe Menosky
Michael Taylor
SceneggiaturaScott Smith Miller
RegiaGabrielle Beaumont
Titolo italianoIn un batter d'occhio
Titolo tedescoEs geschah gestern
Titolo brasilianoPiscar de Olhos
Gotana-RetzDaniel Dae Kim
TureenaKat Sawyer-Young
KelemaneObi Ndefo
SciamanoMelik Malkasian
Alieno della tribùWalter H. McCready
ClericoOlaf Pooley
AstronomoDaniel Zacapa
TecnicoJon Cellini
Data Stellare Sconosciuta: La Voyager si imbatte in un pianeta in cui il tempo scorre in modo assai rapido provocando un'evoluzione velocissima della società della popolazione che lo abita.
  • Il Dottore passa tre anni vivendo in mezzo alla gente del pianeta: in questo periodo si stabilisce in un appartamento con una donna e ha un figlio da lei, Jason Tabreez. Non è spiegato come abbia fatto il Dottore a generare un essere biologico quando lui, ovviamente, non ha materiale genetico da poter trasmettere.
  • Per attaccare la Voyager gli alieni usano prima dei dispositivi ad antimateria di potenza sempre crescente e poi esplosivi al tricobalto. Questo attacco risulta estremamente efficace riuscendo ad abbattere gli scudi della nave con pochi colpi.
  • Secondo le analisi della Voyager, il pianeta ruota a 58 giri al minuto.
  • Janeway dice al Dottore che, nei tre secondi in cui mancherà dalla nave, sul pianeta saranno trascorsi due giorni.
  • È incredibile che la lettera che scrive il Clerico sia in lingua inglese e alfabeto latino.
  • Si è visto che il pianeta ruota attorno al proprio asse ad una velocità tale per cui un giorno del pianeta (ovvero una rotazione completa attorno al proprio asse) corrisponde a circa 1 secondo. Visto lo scorrere altrettanto veloce delle stagioni (che cambiano a vista d'occhio, come notato dal personale della Voyager), il pianeta dovrebbe ruotare attorno al proprio sole in modo altrettanto veloce.
  • Dalle riprese non sembra che la Voyager sia in orbita geostazionaria, quindi gli abitanti dovrebbero vedere in cielo una scia e non un punto luminoso in corrispondenza della posizione dell'astronave.
Torres: Elevated levels of carbon monoxide, ammonium... that's progress, all right.
Su questa pagina: CitazioniIn questo episodio...NoteRiciclatiTramaYATI
Link esterni: Memory AlphaIMDb

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 8.3.2009 alle 8:19.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.