HyperTrekSat'Rain (grafica), Luigi Rosa (CSS)EnterpriseSerie ClassicaSerie AnimataPhase IIThe Next GenerationDeep Space NineVoyagerFilmLibriTimeline di Star TrekPersonaggiSpecieOrganizzazioniSezione TecnicaPianetiFederazioneFlotta StellareAstronaviNavigazioneSezione MedicaRebooted universeUniverso dello SpecchioCastEventi TrekVarie
Ultime modifiche
Warp
Storia terrestre della propulsione warp
Il periodo pre-warp
Prima dei motori warp c'erano i motori ad impulso, che si basavano sul principio newtoniano di azione e reazione. L'energia ottenuta dai reattori a fusione viene utilizzata per convertire il deuterio in plasma ed espellere il plasma per mezzo di campi di forza. I motori ad impulso venivano utilizzati anche come generatori di energia per la nave. Ovviamente l'accelerazione fornita dai motori a impulso è piuttosto scarsa e la massima velocità raggiungibile è prossima alla velocità della luce. Dopo lunghi periodi di accelerazione i più potenti motori ad impulso possono raggiungere velocità prossime a quella della luce. Comunque, a causa della dilatazione del tempo prevista dalla teoria della relatività, le grandi velocità ad impulso non erano utilizzate se non in condizioni di emergenza. Le normali operazioni a velocità ad impulso erano limitate ad una velocità di circa 0,25c.
Una delle prime navi equipaggiate con i motori ad impulso, la Valiant, attraversò un wormhole e arrivò ai confini della galassia, per non fare più ritorno.
I primi motori warp
Lo scopritore dei principi della propulsione warp è Zefram Cochrane, che il 5 aprile del 2063 riesce a far decollare un razzo Titan V modificato ed equipaggiato con il primo motore warp terrestre funzionante (First Contact).
La squadra di Cochrane si è in seguito trasferita su Alfa Centauri per continuare le ricerche e lo sviluppo del motore warp.
L'unità di misura della distorsione spaziale e subspaziale è il cochrane, in onore di Zefram Cochrane.
Il miglioramento dei motori warp
Negli anni successivi sulla Terra viene migliorato il progetto originale di Cochrane, sebbene i Vulcaniani esercitano un forte controllo sulla metodologia di sviluppo e ricerca, che rischia di paralizzare l'avanzamento del progetto.
Nel 2143 il primo volo della NX-Alpha si conclude con la distruzione del prototipo, dopo il superamento della barriera di warp 2. In seguito un volo non autorizzato della NX-Beta riesce a tornare indenne alla base dopo aver superato Warp 2,5. Questi due eventi segnano l'inizio delle simulazioni approfondite dei motori NX, che termineranno l'anno successivo (First Flight).
Nel 2145 Duvall supera per la prima volta la barriera di warp 3 con una nave di classe NX (First Flight).
Zefram Cochrane: On this site, a powerful engine will be built... an engine that will someday let us travel a hundred times faster than we can today. Imagine it. Thousands of inhabited planets at our fingertips. And we'll be able to explore those strange new worlds... and seek out new life and new civilizations. This engine will let us go boldly... where no man has gone before. [T:18:02] [Broken Bow]
Tucker: Creating a stable warp field isn't easy when laws of physics won't cooperate! The Cochrane equation... It's not constant here! The problem's in the quantum variables: every time I try to compensate, the spatial gradients keep throwin'it out of whack! Either we get away from these anomalies or we're gonna have to rewrite the book on warp theory. Now, I don't have to tell you how long it took Zefram Cochrane the first time around. [T:08:19] [Anomaly]
Su questa pagina: Citazioni
Astronavi: Phoenix
Link esterni: WikiTrek

  
I dati di questa pagina sono stati aggiornati l'ultima volta il 28.2.2006 alle 6:02.
Sito membro della HyperAlliance.
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.